Ricerche (a)temporali e (a)spaziali di reinvenzione radiotelevisiva. In questa puntata partiamo da un immaginario consolidato e poi frammentato, quello che affonda le sue radici nella tele-radio-visione degli anni ’70, che esplode con la rottura del monopolio Rai nella conseguente ondata barbarica – Il Mucchio Selvaggio, come titola un interessante libro sulla nascita delle TV locali – che si riversa sull’etere.

Ci collochiamo idealmente su un frammento che volteggia nell’etere e arriviamo, quindi, (al detournamento degli) agli anni ’80, tele-radio-visivamente ormai (quasi) solo appiattiti su intenti commerciali (quando non si è trattato di tentativi devianti o liberatori – o anche ‘pirata’, specie per la radio), ma in cui si fanno i conti con un palinsesto astratto e paradossale di nuove trasmissioni tele-radio-visive potenzialmente capaci di sviluppare immaginari (reinventati/reinventabili) cui ci interessiamo dal punto di vista sonoro – a modo nostro.

La puntata da ascoltare (o scaricare in MP3):

(altro…)