Segnaliamo la Campagna di autofinanziamento dell’Area Sismica, uno dei pochi spazi che in Emilia-Romagna propone musica interessante (sotto, e sul sito www.areasismica.it, ci sono le info per sostenere l’Associazione).

A seguito della campagna di autofinanziamento molti musicisti hanno aderito proponendosi in concerto a sostegno  dell’Area Sismica, da cui il FESTIVAL PRO-SISMA di venerdì 24 e sabato 25 febbraio, una  full-immersion che concentra 6 concerti in 2 giorni; ecco il programma:

  •     Venerdì 24 febbraio dalle ore 22,30

    Fabrizio Ottaviucci – pianoforte

Fabrizio Ottaviucci si è brillantemente diplomato in Pianoforte presso il Conservatorio di Pesaro, sotto la guida di Paola Mariotti; ha inoltre studiato Composizione e Musica Elettronica.
Ha tenuto centinaia di concerti nelle maggiori città italiane e straniere, tournée in Spagna, Austria, Inghilterra, Messico, Stati Uniti, Canada; di particolare rilievo la sua attività nella musica contemporanea: ha collaborato con prestigiosi partner quali Rohan De Saram, Stefano Scodanibbio, Mike Svoboda, Mario Caroli, Manuel Zurria, Francesco Dillon, Aldo Campagnari, Tara Bouman, Markus Stockhausen, con il quale collabora intensamente dal 1986 anche nei repertori tradizionali.
E’ stato più volte invitato a prestigiosi festival come il Festival Pontino, Traiettorie, Milano Musica, Accademia di Santa Cecilia, Nuova Consonanza, Rassegna Nuova Musica Macerata, Aterforum, Festival Cervantino Messico.
Ha studiato l’opera pianistica con Giacinto Scelsi; ha eseguito prime assolute di Stefano Scodanibbio, Ivan Vandor, Gilberto Cappelli, Alberto Caprioli, Tonino Tesei, Fernando Mencherini.
Ha collaborato con Terry Riley partecipando ad esecuzioni dirette dal compositore e realizzando una versione inedita, pubblicata da Stradivarius, dei due Keyboard Studies e di Tread on the Trail (prima versione per pianoforte dell’opera).
E’ in uscita per Wergo la sua esecuzione del Concerto per pianoforte e orchestra di John Cage.

    Matteo Ramon Arevalos & Michele Selva

Matteo Ramon Arevalos – pianoforte
Michele Selva – sassofoni

Matteo Ramon Arevalos si avvicina alla musica a sei anni suonando la batteria; ben presto si appassiona però al pianoforte e alla composizione.
Nel 1993 ha preso parte nella composizione della favola in musica Notte di Jean-Michel Arevalos. Nel 1994 vince il primo premio al Concorso Nazionale Pianistico Agorà di Roma. Nel 1995 si diploma in pianoforte al Conservatorio Bruno Maderna di Cesena con Flavio Meniconi col massimo dei voti e la lode; successivamente, dal 1996 al 2000, si perfeziona con Rudolf Kehrer a Vienna e con Oxana Yablonskaya a New York.
Tra il 2000 e il 2006 studia composizione a Roma con Francesco Telli, a Lugano con Paul Glass e a Parigi con Narcis Bonet.
Pubblica per College Music Edizioni Musicali due delle sue composizioni per pianoforte: Vivo Marcia Fantasia (2002) e Nocturne 1996 (2006).
Ha collaborato dal 2003 al 2006, in qualità di pianista, con la compagnia teatrale Fanny & Alexander al progetto Ada – Cronaca familiare, eseguendo musiche di O. Messiaen, G. Ligeti e M. Feldman e partecipando anche all’incisione per il dvd Rebus per Ada, Luca Sossella Editore (2006). Tra il 2006 e il 2007, in duo con l’ondista Bruno Perrault, si specializza in un repertorio di musica classica contemporanea.
Nel 2008 esegue la Rothko Chapel di M. Feldman con l’Ensemble Giacinto Scelsi diretta da Roberto Gabbiani e, in duo con l’ondista Nadia Ratsimandresy, dà vita a un progetto monografico e alla tournée dal titolo Messiaen et autour de Messiaen in occasione del centenario di nascita di Olivier Messiaen, realizzando l’incisione e la recente pubblicazione del CD per l’etichetta ReR Megacorp (UK). Recentemente ha collaborato con la regista Elisabetta Sgarbi per la composizione e l’esecuzione della colonna sonora originale del suo film La Stanza della Segnatura.

Michele Selva nel 1999 si diploma presso il Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena con il massimo dei voti.
Particolarmente attento agli sviluppi della musica del Novecento e contemporanea ha in repertorio gran parte delle musiche originali più recenti scritte per il suo strumento ed inoltre ha partecipato a diverse prime esecuzioni di fondamentali e giovani compositori italiani ed internazionali tra i quali ricordiamo S. Bussotti, G. Cappelli, G. Dazzi, F. Festa, A. Guarnieri, M. Lauricella, J. Torres Maldonado, M. Messieri, P. Pokorný, A. Skhurtavy . Nel 2002, eseguendo la Sonata di E. Denisov è stato selezionato personalmente dal compositore K. Huber per partecipare a “Musica Insieme Panicale”.
Invitato presso vari Conservatori Nazionali e in occasione del IX Stage Internazionale del Sassofono ha tenuto conferenze e master class sulla musica del Novecento e in particolare sulla produzione per sassofono di Giacinto Scelsi. E’ stato docente per la “Scuola di Semiotica della Musica” presso l’Università degli Studi di San Marino.
Recentemente ha focalizzato la sua attenzione sul pensiero e sulla produzione di musiche originali di J. Cage: ha realizzato una “prima esecuzione radiofonica” e “on line” di Ryoanji nella versione per sassofoni, percussioni e nastro magnetico.
Nel 2006 a Genova ha eseguito una importante “prima italiana” di One7 per sassofono ed elettronica.
Nello stesso anno fonda l’IMSax Ensemble con l’intento didattico ed artistico di promuovere il repertorio soprattutto moderno e contemporaneo per sassofono; recentemente l’IMSax eseguendo musiche di J. S. Bach, J. Cage, A. Capicchioni, M. Messieri è stato selezionato per partecipare alla XIII Biennale Giovani dell’Europa e del Mediteraneo (sezione musica contemporanea). È docente di sassofono presso l’Istituto Musicale della Repubblica di San Marino.

    Vincenzo Vasi – theremin, elettroniche, voce

Polistrumentista, compositore versatile e dallo stile surreale – suona infatti basso, theremin, marimba, vibrafono, tastiere e voce – è considerato uno dei musicisti più eclettici nell’ambito delle musiche eterodosse e non.
Il suo stile spazia trasversalmente toccando vari generi, dalla sperimentazione elettronica sino al pop d’autore.
Attivo sin dal 1990 nell’ambito della musica di ricerca con diversi progetti tra i quali
Ella Guru, Musica nel buio, Trio Magneto, N.O.R.M.A., Eva Kant, 66SIX, Tristan Honsinger’s Small Talk, Specchio Ensemble, Orchestra Spaziale, Gastronauti, Shellvibes, Vince Vasi QY Lunch, Switters, Etherguys, incidendo oltre 20 CD.
Incrociando il teatro, la rimusicazione di film muti, l’installazione sonora, ha quindi partecipato a numerosi festivals nazionali ed internazionali.
E’ membro di Bassesfere, associazione culturale per la divulgazione della musica improvvisata e di ricerca.
Ha suonato inoltre con Chris Cutler, Butch Morris, Antonello Salis, Otomo Yoshihide, Roger Turner, Lol Coxill,  Steve Piccolo, Marc Ribot, Joey Baron, Stefano Scodanibbio, Cyro Baptista, John Zorn, e tantissimi altri.

  •     Sabato 25 febbraio dalle 22,30

    Thollem McDonas – pianoforte

Thollem è un incredibile esempio di comprovisor, simultaneo compositore/improvvisatore.
Perennemente in tour come pianista non solo solista, si divide tra il Nord America e l’Europa.
Negli ultimi 6 anni ha aggiunto 23 album alla sua discografia, di cui due in parte registrati all’Area Sismica, in 4 paesi diversi.
Le sue esperienze musicali sono estremamente varie e in una continua espansione di approcci con esiti radicalmente nuovi e diversi.
Lavora regolarmente con registi, ballerini, poeti e pittori, nonché con una vasta gamma di musicisti.
Storica la registrazione sul pianoforte di Debussy con Stefano Scodanibbio.
Recentissimamente, a dimostrazione della sua ecletticità è uscito un Cd con Nels Cline e William Parker.

    Fabrizio Puglisi – pianoforte, giocattoli

Fabrizio Puglisi, pianista e compositore, nel 1987 si iscrive al DAMS di Bologna laureandosi con lode nel ’95 con una tesi su Cecil Taylor.
Dal 1997 al 2003 si è stabilito per lunghi periodi ad Amsterdam, dove collabora con alcuni musicisti della scena olandese tra cui Tristan Honsinger, Han Bennink, Ernst Glerum, Ab Baars, Sean Bergin, Ernst Reijseger, Tobias Delius. La big band olandese Tetzepi gli ha commissionato tre brani (“Tricofobia”, “Il Satiro” e “Survivors of the 00 age”) che sono stati eseguiti in Olanda, Danimarca, Belgio e Germania ed incisi nei cd “Crush” e “Seed”.
Ha collaborato tra gli altri con: Louis Sclavis, Lester Bowie, Don Moye, David Murray, Hamid Drake, John Zorn, Steve Lacy, Don Byron, Butch Morris, William Parker, Kenny Wheeler, Enrico Rava, George Russell, Dave Liebman, Ronnie Cuber, Michel Godard, Deus Ex Machina, Roy Paci, Alvin Curran, Mark Dresser, Paolo Fresu, Steve Grossman, Cristina Zavalloni, Gianluca Petrella, Italian Instabile Orchestra, Keith Tippett, Mattias Schubert, Alfio Antico. Fabrizio ha suonato in festival negli Stati Uniti, in Canada, Spagna, Germania, Norvegia, Francia, Olanda, Belgio, Slovenia, Turchia, Senegal ed in Messico.
E’ membro del Collettivo Bassesfere, associazione per lo sviluppo e la diffusione della musica improvvisata e di ricerca.
Dal 1998 tiene laboratori di musica d’insieme presso la Scuola Popolare di Musica “Ivan Illich” di Bologna. Dal 2005 insegna pianoforte nel corso di “Musica Jazz” del Conservatorio “G.B.Martini” di Bologna. Dal 2007 al 2010 ha suonato dal vivo nello spettacolo teatrale “Promemoria” di e con Marco Travaglio in più di 150 repliche nei più importanti teatri italiani.

    Francesco Guerri – violoncello, elettroniche

Diplomato a pieni voti al conservatorio “B. Maderna” di Cesena, fin da subito suona in diverse formazioni orchestrali in Italia e all’estero fra cui: Orchestra Sinfonica di Pesaro, Orchestra Bruno Maderna, Cork Symphony Orchestra (Ireland), UCC Symphony Orchestra (Ireland).
Dal 2002 si dedica alla libera improvvisazione e alla musica di ricerca, intraprendendo un percorso parallelo di ricerca fra musica teatro e danza.
Collabora con vari danzatori e attori fra cui Sonia Brunelli e Matteo Garattoni. Fra il 2006 e il 2007 suona alla sedicesima edizione del festival Angelica con i progetti: EMYOUESEYESEE di Laurence D. “Butch” Morris e CAMERA LIRICA di Domenico Caliri. Nel 2007 suona per alcuni mesi nella “Cosmic Music Orchestra”, progetto ideato e diretto da Gianluca Petrella.
Nello stesso periodo incomincia la collaborazione con la cantante statunitense Carla Bozulich che nel 2009 con cui crea un progetto in duo dal nome BLOODY CLAWS.
Nell’ottobre 2009 in duo con il pianista Nicola Guazzaloca, viene invitato in occasione del 40° anniversario dell’etichetta Leo Records al Festival LongHarms di Mosca.

    Ingresso: 10€ ogni serata
    Tessera Arci 2012: 10€

Area Sismica è un circolo Arci.
L’ingresso è riservato ai soci

AREA SISMICA – contatti
Via le Selve 23
Forlì – Loc. Ravaldino in Monte
Tel +39 346 4104884 (attivo solo i giorni dei concerti)
info@areasismica.it
www.areasismica.it

CAMPAGNA DI AUTOFINANZIAMENTO

Area Sismica è un’associazione priva di fini di lucro, potete  sostenerci tramite:
PayPalhttps://www.paypal.com/cgi-bin/webscr?cmd=_s-xclick&hosted_button_id=NGWGFR9GYV3RJ

oppure

bonifico bancario:

Associazione Area Sismica
IBAN: IT 21 B 05164 13204 000000032015
(Banco Popolare di Lodi, agenzia Forlì)
—————————————-